Comunicato stampa dell'Associazione

Pinerolo, 29 ottobre 2004

“Siamo profondamente amareggiati per il risalto che una testata seria come L’Espresso ha dato a quel gruppo di gladiatori apocrifi, già da tempo da noi diffidati a non usare il nostro simbolo, che ancora una volta tenta di mettersi in luce con iniziative a dir poco originali” così il primo commento di Giorgio Mathieu presidente della Associazione Italiana Volontari Stay Behind che riunisce gli ex-appartenenti alla struttura militare speciale denominata Gladio e per i quali il presidente emerito della Repubblica sen. Francesco Cossiga ha chiesto nei giorni scorsi il riconoscimento dello status giuridico di militari.

“Non è la prima volta che questi gladiatori apocrifi alla vigilia di nostre importanti iniziative” prosegue Mathieu “trovano spazio con stravaganti trovate; certo che l’idea nonostante l’età avanzata di essere utilizzati in Iraq e la produzione in proprio dell’Amaro Gladio le batte tutte !.

E’ chiaro, a questo punto, che la nostra Associazione dovrà tutelarsi in modo assolutamente fermo e deciso”.