CRONOLOGIA “CASO GLADIO”: fatti e misfatti!

    6/5/1997      Gen. Inzerilli scrive alla Commissione Stragi e smentisce dichiarazioni dell’on. Andreotti
 

Al Presidente della Commissione Stragi
Sen. Giovanni Pellegrino

Egr. Presidente,

sono il Gen. Paolo Inzerilli, noto, ritengo, alla Commissione da Lei presieduta.

Ho avuto modo di visionare le dichiarazioni rilasciate dal Sen. Andreotti sul caso Gladio, nel corso della sua audizione del 17 aprile u.s., e sono rimasto particolarmente colpito dalla non-chalance con la quale il Senatore falsifica la realtà (spero per deficit di memoria).

Ritengo pertanto doveroso ristabilire la verità.

  1. Il Senatore ha affermato di aver "pubblicizzato" la Gladio perché convinto che ormai non serviva più e che nessuno, compreso quindi il sottoscritto, gli ha mai detto il contrario. In merito ritengo opportuno precisare:

    1. Il 27/7/90, in occasione della prima visita del Dr. Casson alla 7" Divisione, il Segretario Generale del CESIS, Prefetto Richero, ha fatto leggere a me e ad altri Ufficiali, la lettera con la quale il PCM autorizzava il magistrato ad accedere agli archivi della suddetta Divisione.
      Lo stesso PCM precisava che il magistrato non era autorizzato a visionare documenti riguardanti persone, località, attività ecc. che fossero ancora operativamente validi ai fini della difesa del Paese.
      Di conseguenza i primi documenti consegnati al magistrato risultano depurati (con cancellazioni) di alcuni dati mentre non lo sono le copie consegnate al CESIS ed altri organi istituzionali.

    2. Il 19/10/90 ho avuto un incontro con il Ministro della Difesa On. Rognoni nel corso del quale si è discusso "del futuro della organizzazione" (sic). Lo stesso giorno il PCM inviava alla Commissione il documento-relazione sulla Gladio, preannunciata alla Camera nella seduta del 2/8/90.

    3. Il 15/11/90 ho incontrato il Min. Rognoni per anticipargli il contenuto dell'intervista che Sergio Zavoli mi avrebbe fatto in serata e che sarebbe andata in onda su RA1  il giorno successivo.
      Nel corso del colloquio il Ministro mi proibì espressamente (su imput del PCM) di dire che a mio parere la struttura avrebbe dovuto restare in piedi.
      In altri termini, la Gladio prima è stata "rivelata", poi di conseguenza è stato deciso di scioglierla e poi si è trovata la motivazione della sua inutilità.
      Ricordo che lo scioglimento del Patto di Varsavia è datato 1/4/91.

  2. Il Senatore Andreotti ha affermato che dopo aver rivelato l'esistenza di Gladio non vi sono state reazioni a livello internazionale. Preciso che:

    1. Il 2 e 3/8/90 il PCM alla Camera ed in Commissione Stragi comunica che invierà una relazione sul caso Gladio.

    2. Il 19/10/90 il PCM invia alla Commissione Stragi la suddetta relazione.

    3. Il 25/10/90 Mr. Mitchell della CIA chiede di sapere a che livello l'organizzazione Gladio "è stata sputtanata" (sic).

    4. 8/11/90   - Il PCM relaziona sul caso Gladio in Senato.

    5. 10/11/90 - Il rappresentante del SISMI a Parigi telefona per dire che i Francesi sono "incavolati" (sic) per le nostre rivelazioni.

    6. Altri commenti sono riportati a pag. 67 del mio libro (che Lei, a differenza del Sen. Andreotti, ha avuto la bontà di leggere).

  3. Il Senatore Andreotti ha affermato di essersi opposto alla mia (dovuta per legge) promozione a Gen. di Divisione per non aver detto cose giuste. Preciso che:

    1. 8/11/90 vengo convocato a Palazzo Chigi dove incontro Andreotti per rivedere e limare la relazione che il PCM farà nel pomeriggio al Senato. Ricevo disposizione di restare nel mio ufficio e seguire la seduta per poter intervenire direttamente o su richiesta per fornire eventuali dati o precisazioni.

    2. 1/6/91 esce la Pre-relazione Gualtieri.

    3. 8/6/91 (ore 08.35) l'Ambasciatore Cavalchini mi telefona per comunicarmi la decisione presa dal PCM in merito ad alcuni documenti ed esprimermi il suo (del PCM) "apprezzamento personale".

    4. 23/7/91 vengo convocato a Palazzo Chigi (Min. Leo) per rivedere l'intervento che il PCM dovrà fare al Senato il successivo 25/7.

    5. 30/7/91 nuova convocazione per la documentazione NATO.

    6. 29/8/91 convocazione per il problema Jugoslavia.

    7. 10/9/91 mi viene bloccata la promozione.

    8. 14/11/93 nasce l'Associazione degli "ex gladiatori".

Tenuto conto che non ho mai fatto dichiarazioni di alcun genere se non dopo il pensionamento e che le accuse di falso, da Lei citate e tutte ancora da dimostrare, risalgono al 16 luglio 96 e non al settembre 91, trovo curioso questo PCM, che si fa correggere i compiti - da uno che gli dice cose non giuste, gli esprime il proprio apprezzamento sette giorni dopo che il Sen. Gualtieri esprime il suo parere "negativo" sulla Gladio, lo convoca (o lo fa convocare) innumerevoli volte sino alla vigilia della promozione e comunque, dopo averlo bollato, lo lascia al suo posto fino al raggiungimento dell'età pensionabile!

Forse è il caso che il Sen. Andreotti prima di rilasciare dichiarazioni si rilegga i suoi appunti. Concludo ringraziandola per la Sua attenzione e dichiarando la mia disponibilità, come sempre, nei confronti della Commissione.

Distinti saluti

Gen. Paolo Inzerilli