CRONOLOGIA “CASO GLADIO”: fatti e misfatti!

 

  17/10/95


 

SENATO DELLA REPUBBLICA        CAMERA DEI DEPUTATI

 

XII LEGISLATURA - DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI · DOCUMENTI

32ª SEDUTA

MARTEDI 17 OTTOBRE 1995

Presidenza del Presidente PELLEGRINO

La seduta ha inizio alle ore 18,30.

PRESIDENTE. Dichiaro aperta la seduta.

Invito l'onorevole BONFIETTI a dare lettura del processo verbale
della seduta dell' ottobre 1995.

Il deputato BONFIETTI dà lettura del processo verbale della seduta
dell'11 ottobre 1995
.

PRESIDENTE. Se non vi sono osservazioni, il processo verbale si
intende approvato
.

INCHIESTA SULLO STATO ATTUALE DELLA LOTTA AL TERRORISMO IN ITALIA:

AUDIZIONE DEL DIRETTORE DEL SISMI, GENERALE SERGIO SIRACUSA (1)

(Viene introdotto il generale Sergio Siracusa, accompagnato dal colon-
nello Claudio Masci)

PRESIDENTE. Onorevoli colleghi, scusandomi per il ritardo, diamo
inizio alla seduta
. L'ordine del giorno reca l'audizione del generale Sira-
cusa, direttore del Sismi. L'Ufficio di Presidenza ha ritenuto opportuna
questa audizione di aggiornamento, perchè tra i compiti che la legge at
-
tribuisce alla Commissione vi è anche quello di riferire al Parlamento
sullo stato attuale
della lotta al terrorismo in Italia e quindi sui pericoli
attuali del terrorismo
. Pertanto, anche in riferimento alla relazione sulla
politica informativa e della sicurezza de
l primo semestre 1995 inviata
alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, ci
è sembrata opportuna que-

(1) Per l'autorizzazione alla pubblicazione di passaggi svoltisi originariamente
in seduta segreta, si veda il prospetto riportato alla pagina XXV degli indic
i.

Senato della Repubblica                           - 971 –                                    Camera dei deputati
XII LEGISLATURAato della R - DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI · DOCUMENTI - 17 Ottobre 1995 - 32ª SEDUTA

 ... omissis

PRESIDENTE. Generale Siracusa, dobbiamo sempre procedere un
po
' a salti, ma non è colpa nostra se i compiti che la legge istitutiva
della Commissione ci assegna sono svariatissimi
. Torniamo alla vicenda
Gladio ed in particolare alla questione della distruzione dei documenti
che avvenne nel luglio 1990: mi riferisco in particolare al «macinaggio»
dei quaderni dei gladiatori. Lei ci può aggiungere nulla?

SIRACUSA. Non ho elementi ulteriori che possano spiegare come
alcuni documenti e alcuni registri siano stati distrutti
. Io attribuisco
questa distruzione dei documenti
a superficialità di gestione. Che siano
stati
distrutti a bella posta non potrei affermarlo.

PRESIDENTE. C'è qualche collega che intende rivolgere domande
su questo punto particolare, sul fatto cioè che nel luglio del
1990 una
serie di documenti concernenti l'attività dei «gladiatori» fu distrutta? È
un problema di cui la Commissione si è già occupata e su cui abbiamo
predisposto una relazione. Ecco perché possiamo affrontarlo in seduta
pubblica
.

BEDONI. Lei, signor generale, ha parlato di superficialità di ge-
stione
. A chi è imputabile? Chi diede l'ordine al colonnello Garau?

SIRACUSA. Lei intende riferirsi alla distruzione dei documenti di
Alghero?

BEDONI. È esatto.

SIRACUSA. Io ho già, ripetutamente riferito relativamente all’ordine
che sarebbe arrivato. Noi non abbiamo nessuna evidenza di ordini im-
partiti al colonnello Garau per procedere alla distruzione dei documenti
o più precisamente dei quaderni addestrativi custoditi nella scuola di Al-
ghero. Si tratta cioè degli appunti che i vari frequentatori dei corsi pren
-
devano, appunti che venivano conservati dalla scuola per motivi di riser-
vatezza.
Non ho elementi per dire chi dallo Stato maggiore abbia dato
ordine al colonnello Garau di distruggere quegli appunti So però che si
trattava di quaderni di appunti presi dai frequentatori dei corsi
, qua-
derni che, per motivi di riservatezza, venivano conservati dalla scuola
.

PRESIDENTE. Come ho sicuramente fatto rilevare al generale Mar-
tini nel corso di una audizione e come penso di aver già detto a lei il
problema è il seguente:una volta che dai documenti istitutivi di Gladio

emerge con chiarezza che tra i compiti attribuiti alla struttura c'era an-
che quello di controinsorgenza e che
ci viene assicurato che tali compiti
non sono mai stati svolti, la distruzione di quei documenti ci pone nella
condizione di dover credere sulla parola, sulla fiducia a questa afferma
-
zione. Se la documentazione esistesse ancora noi avremmo avuto una
verifica di tipo operativo che avrebbe potuto portarci a dire che se an-
che quei compiti c'erano non sono mai diventati fattivi. Avremmo po-
tuto a
ccertare cioè che mai c'erano state anche attività addestrative fun-

Senato della Repubblica                           - 972 –                                    Camera dei deputati
XII LEGISLATURAato della R - DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI · DOCUMENTI - 17 Ottobre 1995 - 32ª SEDUTA

 zionali allo svolgimento di quei compiti particolari. Non le sto rìvol-
gendo una domanda. Volevo semplicemente farle capire perché questo
aspetto è importante per la nostra Commissione .

... omissis ."

PRESIDENTE. Ringrazio il generale Siracusa per la sua partecipa-
zione e dichiaro conclusa l'audizione.

La seduta termina alle ore 21,05.